Italia sotto l’instabilità per gran parte della settimana. Più freddo.

Published in News Meteo

Le previsioni meteo dal 15 al 21 Marzo 2021.

  

[Previsioni a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

Sabato 20 Marzo, alle ore 10:37, ci sarà l’equinozio di primavera. Per molti versi rimane la stagione della rinascita della natura con fiori e quant altro. C’è però da dire, che in questi giorni che ci traghetteranno definitivamente verso la bella stagione ( ricordiamo che quella meteorologica è entrata il 1 Marzo), appaiono con tempo decisamente instabile su buona parte della nostra penisola, con piogge e nevicate sui rilievi, specie del centro sud, anche a quote basse, per le correnti settentrionali, che appunto faranno diminuire le temperature.

Dunque, Lunedì 15, cielo poco nuvoloso al nord ovest, più chiuso sul Triveneto. Fenomeni a carattere nevoso sulle aree di confine. Nuvolosità dalle Marche in giù, con qualche rovescio e qualche nevicata oltre i 1000 m di quota. Discreto sul versante tirrenico. Venti da nord est, moderati con dei rinforzi tra il medio adriatico ed il sud.

Martedì, giornata piuttosto fredda, con le temperature in calo, molto vento su buona parte della penisola da Grecale. Qualche rovescio, con nevicate fino a quote collinari sul medio adriatico, un po' più elevate al sud.

Mercoledì, altra giornata non molto diversa dalla precedente, con precipitazioni più presenti tra Marche, Abruzzo e Molise, quota neve oltre i 700 m circa. A tratti sulle regioni meridionali, quindi a carattere sparso. Meglio sulle regioni settentrionali, ove tuttavia non mancheranno delle nevicate sulle aree di confine. Venti sempre dai quadranti orientali, temperature stazionarie o in lieve calo.

Giovedì, un minimo depressionario in avvicinamento da ovest sul versante tirrenico centrale, farà ruotare le correnti da sud. Piogge su Sardegna, ed a seguire su Toscana, Lazio, Campania. Altrove, poco nuvoloso al nord, nubi in aumento sul resto del centro ed a macchia di leopardo sulle regioni meridionali. Temperature senza variazioni di rilievo.

Venerdì, fenomeni possibili e più organizzati sul Triveneto e tirreniche, quest’ultime in estensione verso levante verso sera. Piogge anche sulla Sardegna e tra la Puglia e la Calabria. Ventilazione generalmente da sud, da est sulla pianura Padana e sulla Puglia.

Sabato, giorno dell’equinozio, al momento appare più perturbato sia al nord che lungo le aree centrali, nevicate oltre i 700 m al settentrione, a circa 1300 m lungo le zone appenniniche, fino al centro. Fenomeni diffusi sulla Campania, Lucania, nord Calabria. Venti meridionali, quasi ovunque. Temperature in aumento tra centro e sud, stazionarie al nord.

Infine Domenica, che appare mite per la possibile spinta delle correnti da sud sud est, con le temperature in rialzo su gran parte del territorio nazionale. Precipitazioni diffuse su buona parte tra nord e sud, soprattutto nord ovest e tirreniche.

 

In Abruzzo.

Sarà una settimana come già abbiamo visto con tempo spesso e volentieri perturbato, ove anche la quota neve potrà scendere fino a quote collinari. Fine settimana che sembra al momento con condizioni di tempo marcatamente instabile su tutta la regione, ma con clima decisamente più mite.