Weather Information Abruzzo

Rapido peggioramento lunedì, poi alta pressione protagonista per buona parte della settimana. Weekend incerto.

 

[Aggiornamento a cura di Giuseppe Marcello dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

 

 

Ripartiamo da dove ci eravamo lasciati: da questa mappa delle anomalie medie dei valori di geopotenziale in media troposfera previste dal centro europeo per le previsioni a medio termine "ECMWF" per la settimana entrante (fig1).

 


Ecmwf.int: fig1, anomalia dei valori geopotenziali previsti sul piano isobarico di 500hpa per il periodo 7/14 febbraio

 

 

La media calcolata dal modello all'altezza di 500hpa (5500 metri circa) ci mostra un esteso campo di anomalia positiva. Precisiamo che le anomalie sono il risultato di una differenza, in questo caso tra quelli che dovrebbero essere i valori medi di geopotenziale a quell'altezza (500hpa/media troposfera) e quelli che sono invece previsti nella settimana 07/14 febbraio. Valori elevati del geopotenziale alla quota di 500hpa denotano condizioni più stabili e anticicloniche, mentre valori più bassi indicano un campo di instabilità a circolazione ciclonica. I valori di geopotenziale si misurano in decametri (dam) e in sostanza indicano la quota dove risiede la pressione di 500hpa; quota identificabile in metri aggiungendo uno 0 al valore geopotenziale espresso in decametri (dam) sulle mappe. Di conseguenza più il valore geopotenziale sarà alto (esempio 580dam), più l'anticiclone si espanderà verticalmente sino ad arrivare alla quota, in questo caso, di 5800 metri, ben oltre i valori medi di riferimento di 5500 metri.

Avrete senz'altro capito che, fatta eccezione per la giornata di lunedì e forse nel weekend, la settimana che sta per entrare vedrà protagonista un campo di alta pressione che abbraccerà tutta la penisola e che garantirà in prevalenza tempo stabile e temperature sopra la media, queste maggiormente avvertite in quota per effetto della subsidenza (fig2). Si tratta di un'inversione termica che spesso interessa le quote maggiori, causata dai moti discendenti presenti all'interno della circolazione anticiclonica. Questi, spingendo e schiacciando la massa d'aria verso il basso la sottopongono a pressione via via maggiore riscaldandola per compressione (allo stesso modo in cui si riscalda la pompa della bicicletta quando gonfiamo le ruote!). In pianura e sulle valli, invece, le temperature minime potrebbero risultare paradossalmente più fredde a causa del fenomeno dell'inversione termica radiativa. Capita infatti che in occasione di condizioni anticicloniche (cieli sereni, assenza di vento) lo strato posto in prossimità del suolo si raffreddi molto rapidamente, rilasciando il calore accumulato durante la giornata e quindi invertendo il normale rapporto tra temperatura e quota.

 

Slideplayer.it: fig2, presentazione grafica del fenomeno dell'inversione da subsidenza elaborata dall'Ing. Gianluca Bertoni Meteovarese/Meteonetwork

 

Fatte queste premesse, la tendenza per la prossima settimana si apre con un quadro sinottico che ci mostra un campo di alta pressione mobile che dall'Atlantico muoverà verso il Mediterraneo grazie alla sollecitazione esercitata da un profondo vortice di bassa pressione tra Groenlandia e Islanda (fig3). 

 

Meteociel.fr: fig3, previsione dei valori geopotenziali a 500hpa e pressione al suolo per lunedì 7 febbraio secondo il modello Gfs

 

La traslazione del massimo di alta pressione verso levante sarà responsabile di una momentanea oscillazione della corrente a getto polare determinando la discesa di una saccatura fredda sui Balcani che lambirà le coste dell'Adriatico nella giornata di Lunedì (fig4).

 


Wetterzentrale: fig4, mappa previsionale della corrente a getto, individuata sul piano isobarico di 300hpa, per la giornata di lunedì. Elaborazione su dati del modello americano Gfs

 

La disposizione isobarica ci suggerisce un parziale ingresso di aria fredda dal Golfo del Leone e la genesi di un minimo secondario sul Tirreno settentrionale, con i venti che quindi tenderanno a disporsi da ovest/sudovest sulla nostra regione (fig5).
Dal tardo pomeriggio di oggi e nella notte aspettiamoci un momentaneo rinforzo dei venti di Libeccio o Garbino con il conseguente aumento delle temperature sul versante orientale alla catena appenninica.

 

Meteociel.fr: fig5, previsione della pressione al suolo (sx) e delle raffiche di vento (dx) per la notte e la prima mattina di lunedì. Elaborazione su dati del modello americano Gfs

 

Il veloce "peggioramento" sarà poi accompagnato da un rinforzo dei venti di Grecale e da qualche debole rovescio, e lascerà ben presto spazio all'avanzata anticiclonica che interesserà la nostra regione dalla seconda metà della giornata di martedì fino alla giornata di giovedì (fig6), con valori di geopotenziale che toccheranno e supereranno i 580dam. Temperature minime che potrebbero risultare piuttosto basse con possibilità di nebbie e foschie sulle valli e in pianura.

 

Wxcharts.com: fig6, anomalia di temperatura (in °C) prevista per la giornata di giovedì alla quota di 1500 metri circa (850hp). Elaborazione su dati del modello europeo Ecmwf

 

 

Per il fine settimana: la continua invadenza anticiclonica, che si espande dal Mar dei Caraibi (sic!) fino ad arrivare alle porte dell'Europa, ci espone alle continue oscillazioni del getto polare, sottoponendo l'Europa a un calo dei valori geopotenziali in quota e a peggioramenti più o meno produttivi per la nostra penisola.
Da venerdì una probabile depressione in uscita dal Canada potrebbe innescare una rimonta dell'anticiclone in Atlantico, con effetti che, a seconda dell'entità e della dinamica, rimangono ancora poco chiari. Una lettura rapida e generale delle ultime emissioni dei modelli ci suggerisce un fine settimana perturbato e incerto sotto l'aspetto precipitativo, ma per conoscere nel dettaglio le sorti del weekend sulla nostra regione occorre
attendere ulteriori sviluppi che non tarderemo di raccontarvi negli aggiornamenti su questa pagina e con le previsioni quotidiane del nostro Thomas Di Fiore e di Samuele Giampietro!

 

- Giuseppe Marcello, Meteo AQ Caput Frigoris