Weather Information Abruzzo

Settimana orientata sull’instabilità un po' ovunque

Le previsioni meteo dal 28 Novembre al 4 Dicembre 2022.

Sfondo14

[Aggiornamento a cura di Thomas Di Fiore dell'Associazione AQ Caput Frigoris].

Stiamo per entrare a Dicembre, ultimo mese dell’anno ed inizio dell’ inverno meteorologico. A come sembra, questo passaggio di consegne, avverrà con un tempo decisamente instabile dove più dove meno come vedremo qui di seguito. Le temperature ancora in lieve diminuzione su buona parte della penisola, saranno invece in aumento verso il finire della settimana. Ma vediamo passo passo cosa potrà succedere.

Lunedì 28, nubi sul nord ovest, in estensione sul resto del nord e su buona parte delle regioni centrali. Qualche fenomeno, nevoso in quota, su Valle d’Aosta, Piemonte, nord Lombardia. Al sud tempo migliore. Ventilazione generalmente da sud, deboli ovunque, più da est sulla val padana, temperature in leggero aumento al centro sud, nei valori massimi.

Martedì, andrà formandosi una nuova depressione in sede italica. Piogge ad iniziare dalla Sardegna, in avvicinamento sui settori tirrenici, ma dove difficilmente pioverà. Probabilmente ci saranno dei fenomeni anche forti sulla Sicilia e moderate sulla Calabria, in risalita verso lo Ionio e la Puglia e sulle aree del medio adriatico come l’Abruzzo, ove in serata potrà nevicare oltre i 1400 m circa. Venti in rinforzo da sud est su gran parte del territorio nazionale, temperature in leggera flessione un po' ovunque ( tra -1 e +2°c un po' dappertutto tra nord e sud). 

Mercoledì, molto nuvoloso dalla Romagna in giù sul versante adriatico, altrove spiccata variabilità. Precipitazioni su Marche, Abruzzo, a carattere moderato con neve oltre i 1000 m circa, Molise e Puglia. Precipitazioni anche sulla Calabria, Sicilia. Venti da est nord est praticamente ovunque, moderati con dei rinforzi al centro sud, temperature in salita di un paio di gradi al meridione.

Giovedì, 1 Dicembre, ancora piogge, moderate sulla Puglia meridionale in particolare, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia. Neve oltre i 1100 m del Molise ai 2000 dei rilievi del Pollino. Venti generalmente da nord est, anche tra moderati e forti sulle regioni adriatiche. Temperature senza variazioni di rilievo.

Venerdì, possibilità di precipitazioni sull’arco alpino, con nevicate oltre gli 800 m, ma localmente anche più in basso. Sulle restanti aree italiane, diffusa variabilità, ma con poche occasioni per dei fenomeni. Temperature stazionarie praticamente dappertutto, in lieve salita la sud, venti meridionali, da est sulla val padana.

Sabato, al momento appaiono possibili delle piogge e nevicate anche in pianura sul nord ovest, a carattere moderato e sui versanti tirrenici fino all’altezza del Lazio, spiccata variabilità sulle rimanenti aree del centro e del sud. Venti dai quadranti meridionali, temperature in aumento al centro ed al sud di vari gradi.

Infine Domenica, con qualche rovescio sparso al settentrione, meglio altrove, temperature in aumento, soprattutto al centro ed al sud ( tra 0 e +2°c al nord, +5/+10°c al centro ed al sud, ad 850 hpa). Venti da sud, moderati con qualche rinforzo sul tirreno.

In Abruzzo.

Ancora dell’instabilità tra Martedì e Giovedì, con nevicate inizialmente sui 1400 m, in calo ai 1000 m circa. Venti da est, temperature ancora piuttosto basse (-1/0°c ad 850 hpa). A seguire, spiccata variabilità e temperature in aumento da Venerdì e nel week end, per le correnti da sud.